Mostra 16 risultato(i)

Una donna forte.

Quando ti vedono una donna forte pensano tu non abbia bisogno di niente e di nessuno, che tu possa sopportare tutto, che qualunque cosa accada tanto la supererai, che non ti interessi essere ascoltata, accudita o coccolata.

Quando ti vedono una donna forte ti cercano solo per farsi aiutare a portare le loro croci, ti parlano pensando tu non abbia bisogno di essere ascoltata.

A una donna forte non si chiede mai se sia stanca, se stia soffrendo o crollando, se abbia qualche ansia o paura. L’importante è che lei sia sempre là: un faro nella nebbia.

Alla donna forte non viene perdonato nulla.
Se perde il controllo si trasforma in debole, se perde le staffe si trasforma in isterica.

Quando la donna forte manca un attimo se ne accorgono subito,
quando invece c’è, la sua presenza viene data per scontata.

Quanta forza che ci vuole ogni giorno per essere una donna forte?
Ma di questo non importa a nessuno.

Cit. C. Mammoliti.

La Meditazione può aiutarti a continuare ad essere una donna forte.

Meditazione della Candela

Consiglio questa semplice meditazione come abitudine mattutina.

– La meditazione dura 5 minuti, quindi punta una sveglia che ti segnali quando il tempo è terminato, in quel momento piano a piano con i tuoi tempi, torna alla coscienza vigile.
– Scegli una musica rilassante come colonna sonora alla tua meditazione.
– Prendi una posizione comoda con la schiena eretta ma non rigida.
– Chiudi gli occhi e fai 3 respiri profondi.
– Ora immagina e concentrati sulla candela di questa foto, libera la mente da qualsiasi pensiero focalizzandoti solo sulla candela.
– Se arriva qualche pensiero, semplicemente lo allontani.
– Falla tutte le mattine quando ti alzi e ne sentirai i benefici.

di Cristina Mirandola

Take It Easy

Tecniche di Meditazione e Strumenti di crescita personale.

Ecco cosa dice il Sole 24 Ore 

“Vuoi avere successo nel tuo lavoro? Inizia a meditare Stress, incapacità di mantenere l’attenzione e di prestare ascolto, distrazioni continue, fino ad arrivare ad ansia e depressione. È la sindrome del lavoratore moderno, frammentato tra compiti spesso molto diversi tra loro e troppe task da portare a termine. La cura? … nella Silicon Valley alla fine dello scorso anno molto si è parlato della diffusione della pratica di Mindfulness in aziende come Google o Linkedin, solo per citarne un paio. Con l’obiettivo, concreto, di lavorare meglio, per produrre meglio. Anche perché, in realtà, i benefici sono molto concreti e dimostrati scientificamente.”

×

Ciao!

Premi sull'immagine per Chattare con me su WhatsApp oppure puoi spedirmi una e-mail a info@cristinamirandola.it

× Posso aiutarti?